Il calcio e i colloqui di… Pace

Sono iniziati i colloqui di pace per il Medio Oriente. E che Dio, stavolta, gliela (e ce la) mandi buona.

E mentre a Washington si stava per sedersi a pranzo (non vi è cenno nelle cronache del menù, ma non risulta che ognuno abbia portato in dono Gefilte Fish o Hummus, nè tampoco che Obama abbia allestito in giardino un barbecue di ribs con la terribile salsa grill. Ognuno ha poi dormito in albergo e non si è fatto montare ad hoc insediamenti da coloni o tende da campo) a Tel Aviv si pensava al pallone.

E’ toccato alla nazionale dalla stella di David, allenata dal francese Luis Fernàndez (uno che ha vinto gli europei con la Francia in casa nel 1984 accanto a Platini da calciatore e una Coppa Coppe con Psg nel 1996) dare, infatti, il vero calcio di inizio alle qualificazioni degli europei di Polonia e Ucraina del 2012. Dopo il (succulento) anticipo di agosto nel girone dell’Italia quando le Far Oer, in Estonia, son riuscite a farsi raggiungere e superare dai padroni di casa con due gol nei minuti di recupero.

A Tel Aviv, dunque, si è giocato il primo incontro di un girone equilibrato (ci sono anche Croazia, Grecia, Georgia e Lettonia) fra i padroni di casa e Malta. Al di là del risultato, piuttosto scontato, a favore di Israele ci sono due fatti che balzano all’occhio

1) Dato “politico”. Il gol del momentaneo pareggio di Malta è stato segnato da tal Pace. Premetto che non è un parente, o almeno non credo. Ma che, nel giorno dell’avvio della nuova tornata dei negoziati in Usa la porta israeliana sia bucata da uno che porta un tal cognome, permettetemi, è davvero singolare. Anche se non è chiaro se sia un buon presagio o annuncio di sventura. Interrogare gli aruspici

2) Dato tecnico. Per Israele i tre gol hanno portato la firma di Yossi Benayoun. Si griderà al campione, alla terapia rigenerante di mister Ancelotti che lo ha voluto al Chelsea. Ma prima di segnare il suo nome sui taccuini per portarlo in Italia guardate i tre gol che ha fatto: una papera del portiere maltese (Hogg per la cronaca), un calcio di rigore, un colpo di testa da appoggiare dentro. Certo, ha segnato abbastanza per essere un centrocampista anche in Premier League. Ma da questo ai titoli a caratteri cubitali aspetterei. O magari lo ha già preso la Juve…

Qui sotto i gol, domani è overdose di calcio europeo. Segnalerò solo qualche spunto, se del caso. Non sull’Italia. Che, tanto si sa, faticherà oltremodo con l’Estonia fino al novantesimo. Con la stessa probabilità di fare una gran partita e di fare una figuraccia. Ci siamo abituati.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: