Champions’ League – Cosa resta il giorno dopo

Se martedì abbiamo spesso sbadigliato snazzicando qua e là fra i campi delle gare di Champions’ League, oggi (mercoledì) è andata pure peggio. E la prima giornata va in archivio, oltre per quello che abbiamo detto ieri, per poco altro. Per il colpo di esterno di Muller che ha affossato una Roma modello Nereo Rocco, per le 15 occasioni fallite da Higuain del Real Madrid (che pure ha fatto due gol), per il ruggito delle ex sovietiche Spartak Mosca e Shakhtar Donetsk che hanno battuto Marsiglia (si è giocato a una porta, quella dei russi) e Partizan Belgrado per le magie di Fabregas e di Benayoun che hanno tagliato a fette le inesistenti difese avversarie e, diciamolo, per i gol di Ibra per cui nessuno, a ieri, avrebbe ancora scommesso un copeco. Tutto il resto è noia.

E oggi si comincia a sbirciare fra gli improbabili campi di Europa League. Con un solo obiettivo. Vincere più delle tedesche per mantenere quattro squadre in Champions’. Che poi che le manteniamo a fare se una sistematicamente vola fuori ai preliminari e un paio non passano la fase a gironi. Salvaguardia del prestigio italico? Mah. L’unico rischio è che senza il turnover delle coppe non vedremmo più in campo, col contagocce, quei tre – quattro ragazzini bravi che fanno da riempitivo alla rosa e provengono dai vivai. E che i tedeschi, classifica Uefa o no, sfornano con una certa continuità in più.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: