Champions’ League – Quel che resta del giorno (matchday 3)

Una cosa resta della giornata di oggi di Champions’ League, infausta per le italiane. Minuto 82 all’Emirates Stadium di Londra. La partita è Arsenal – Shakhtar Donetsk e i londinesi vincono agevolmente per 5-0. In uno dei pochi rovesciamenti di fronte gli ucraini segnano il gol della bandiera. A segnarlo il brasiliano, naturalizzato croato, Eduardo da Silva. E lo stadio esplode di gioia, come se avesse segnato l’Arsenal. Già, perché è uno stadio civile, che si ricorda del 23 febbraio 2008 quando in una sfida contro il Birmingham un intervento di Taylor contro Eduardo, allora dell’Arsenal, rischia di troncargli la carriera, oltre che gamba e piede. Gli ci vogliono dieci mesi per tornare a giocare, poco meno di un anno per ritornare a segnare. Quest’estate il passaggio allo Shakhtar. Ma quando lui torna da avversario tutto lo stadio è uno sventolio di striscioni (“Welcome home, Eduardo”) e di magliette con il suo nome. Uno stadio civile, dicevamo. Scordiamoci che possa succedere altrove, purtroppo. E godiamocelo così come è stato. Al minuto 82: Emirates Stadium, Londra.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: