Viaggio – Come se fosse un diario (giorni 14 sera, 15, 16 e 17)

Giorno 14 (sera)

Alla fine arrivo a Nis. E’ la seconda città della Serbia, ma quando arrivo alla stazione mi sembra di essere arrivato nel nulla. Mi serve un taxi per arrivare in albergo e non ne vedo uno. Poi capisco la direzione e tutto si sistema. Basta uscire dal giro turistico e subito cambia la prospettiva: nessuno che parla inglese e i servizi sono dedicati agli abitanti. Quindi nessuno che insiste per farti salire sul taxi o che ti butta dentro nel ristorante o nel bar di turno. Anche stavolta la scelta dell’albergo si rileva quasi surreale. Lo trovo perché mi ci porta il taxi e poi stavolta l’insegna esiste. Ma entro dal portoncino in una corte e non trovo nessuno. Inizio ad aprire porte. Ad un certo punto ne apro una e trovo due uomini panza all’aria a riposare su due divani. Chiudo di scatto la porta e decido di suonare il campanello. In qualche modo mi spiega che non sa dove sono i titolari e che è meglio se chiamo al numero di telefono sull’insegna. Mi risponde una signora che mi rassicura. Arriva il marito e mi sistemo. E’ il posto più bello di questo viaggio. Una camera nuova, pulitissima e comoda, con tanto di frigorifero e bollitore per farsi tè e caffè. Unico neo, non si paga con la carta e devo andare in cerca di un bancomat nei paraggi. Sbaglio e invece di un centinaio di euro ne ritiro 16! Mi tocca pure cambiare gli euro che ho con me.

La proprietaria dell’albergo mi parla della situazione in Serbia. Dice che il 50 per cento delle persone ha difficoltà ad arrivare a fine mese. Lei no. Ha l’albergo, lavora alle assicurazioni Delta Generali e nei ritagli di tempo insegna chimica privatamente. Il marito, invece, si occupa a tempo pieno dell’albergo. Mi chiede consigli per una vacanza in Italia. Cerca un posto bello e comodo per andarci con i due figli. Le consiglio Puglia e Calabria, penso che finirà a Rimini o Viareggio.

Nis è piccola ma molto vissuta. Mi butto nella movida locale, centro commerciale compreso. Per mangiare prima una birreria, poi un bel gelato seduto al banco delle cameriere. Nel senso che sbaglio a sedermi e mi metto nel posto dove si mettono a fumare fra un cliente e un altro. Ma mi ci fanno rimanere. Si meritano la mancia.

Giorno 15

Belgrado o Skopje? Scelgono le Ferrovie. A Skopje avrei tempo per starci solo poche ore. Meglio riposare gli ultimi giorni in una città che offre molto come Belgrado, specie come nightlife. E’ giorno di viaggio, dunque, con un regionale che più regionale non si può. Torno all’albergo dell’andata. Sono abitudinario, lo so e ho bisogno di certezze. Giro dalla parte di Novi Beograd. Dall’altra parte della Sava la fortezza della città assume finalmente un senso. Come dire, basta cambiare prospettiva. Vado in un centro commerciale e mi infilo anche al cinema. Finisco a cena nella strada bohemienne, fra una birra e due chiacchiere con la cameriera della birreria di fronte. Belgrado è sempre Belgrado.

Giorno 16

Novi Sad. Per fortuna il treno c’è, che i tabelloni sono sempre un po’ incomprensibili, fra aggiunte e bigliettini sovrapposti a penna. Un treno normale, finalmente, anche se non funziona l’aria condizionata e i finestrini sono di quelli piombati. Il treno va a Budapest. Se ci pensavo prima ci andavo anche io. Anche perché Novi Sad è un po’ una delusione. Forse perché confidando nella cartina mi faccio un giro pesca per arrivare in centro. Piazza carina, molto mitteleuropea. La fortezza sul Danubio è carina, ma finisce tutto lì. Ci sto tre ore e rientro nella movida belgradese con un treno vuoto ma a prenotazione obbligatoria (50 centesimi di euro). La sera scopro che il Negroni per loro è una specie di bestemmia. Mi accontento di birra e ancora birra. Senza esagerare che sono in disintossicazione da vizi. Una vacanza meno cara e con gli stessi effetti di un centro Messeguè.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: