Qualificazioni Coppa d’Africa 2012 – Salutano anche Camerun e Sudafrica (con beffa)

Niger, Angola, Botswana, Costa d’Avorio, Ghana, Guinea, Mali, Senegal, Tunisia, Zambia, Burkina Faso, Marocco, Libia e Sudan. Sono queste le nazioni africane che, assieme ai paesi organizzatori Gabon e Guinea Equatoriale, parteciperanno all’edizione 2012 della Coppa d’Africa. Così ha deciso il lungo percorso degli ultimi due anni negli undici gironi in cui era divisa la fase preliminare della manifestazione. E le stesse squadre parteciperanno, con l’aggiunta di altre formazioni che si giocheranno l’accesso assieme a Gabon e Guinea Equatoriale e del Sudafrica organizzatore (al posto della Libia), alla fase finale dell’edizione “dispari” in programma nel 2013. Escluse eccellenti non ne mancano. Non saranno presenti il prossimo anno, infatti, le vessillifere del continente africano ai mondiali di Sudafrica 2010: il Sudafrica stesso, la Nigeria, l’Algeria, il Camerun. Mancherà anche la vincitrice delle ultime tre edizioni della manifestazione, l’Egitto, arrivato ultimo nel suo girone. Ha fallito la storica qualificazione, alla sua prima storica partecipazione ad una competizione internazionale, la Repubblica Centrafricana, sconfitta dall’Algeria già eliminata all’ultimo tuffo. Biglietto per il Gabon in extremis, invece, per la Tunisia, mentre le migliori seconde ripescate sono state la Libia (che ha giocato in campo neutro tutte le partite interne) e il Sudan cui è stato indolore l’ultimo ko interno con il Ghana.

Girone 1

Il Mali pareggia 2-2  in Liberia e gli basta, perché Capo Verde sconfigge sì lo Zimbabwe 2-1 ma ha comunque gli scontri diretti sfavorevoli con la squadra di Diamoutene e compagni

Girone 2

La Nigeria fallisce in casa lo scontro diretto contro la Guinea: pareggia 2-2 (gol ospite al 90′, ma servivano almeno due gol di scarto) e non stacca il biglietto per la manifestazione continentale. Solo per le statistiche la vittoria 4-2 dell’Etiopia sul Madagascar.

Girone 3

Zambia e Libia non si fanno male (0-0) e avanzano entrambe alla fase finale. Fra Mozambico e Comore finisce 3-0, ma non contava nulla

Girone 4

Nel raggruppamento più equilibrato la spunta l’esperienza del Marocco. 3-1 alla Tanzania mentre la Repubblica Centrafricana va a perdere 2-0 in Algeria e viene eliminata. Al Marocco, comunque, in caso di sconfittabo di pareggio dei centrafricani sarebbe comunque bastato il pari.

Girone 5

Al Camerun non serve la vittoria su rigore in rimonta in trasferta con la Repubblica Democratica del Congo per agguantare i ripescaggi. Il Senegal, già qualificato, chiude in bellezza rifilandone tre alle Mauritius.

Girone 6

Gambia e Burkina Faso si gioca più o meno per la gloria. Finisce 1-1 e gli ospiti festeggiano una qualificazione già conquistata un mese fa.

Girone 7

Clamoroso ma vero nell’ultima giornata. Con tanto di gaffe colossale. Il Sudafrica pareggia 0-0 in casa con l’altra seconda del girone, la Sierra Leone e arriva a 9 punti. L’Egitto con una prova di orgoglio, invece, batte la capolista Niger per 3-0 anche se già eliminata e la lascia a quota 9. Tre squadre appaiate in vetta, conta la classifica avulsa che, comunque, premia il Niger. In Sudafrica pensano, errando, che si decida per la differenza reti e festeggiano a fine partita. Prima che qualcuno dica loro che invece resteranno a casa e non voleranno in Gabon e Guinea Equatoriale. Si attende l’esonero del tecnico Mosimane e dello staff. Evidentemente quella partita era da vincere.

Girone 8

La Costa d’Avorio non ha avuto rivali ed ha battuto anche il Burundi, per 2-1, nell’ultimo turno chiudendo il raggruppamento a punteggio pieno. Al secondo posto finisce il Rwanda, che scavalca tutti vincendo di misura in Benin.

Girone 9

Il Ghana vince in Sudan per 2-0 e chiude primo senza preoccuparsi dei risultati delle altre. Che comunque premiano il Sudan, ripescato fra le due migliori seconde. La vittoria del Congo in Swaziland per 1-0 è solo per le cronache.

Girone 10

Potevano vincere in tre, alla fine sorride l’Angola. L’Uganda non sfrutta il turno interno e fa 0-0 con il Kenya e sciupa il punto di vantaggio della vigilia. Il sorpasso è angolano con le due reti in trasferta alla Guinea Bissau.

Girone 11

La Tunisia ringrazia sentitamente il Ciad. Sabato si giocava per il secondo posto, che nell’unico girone a cinque significava qualificazione diretta. La Tunisia fa il suo dovere regolando 2-0 il Togo mentre il Malawi, cui bastava la vittoria per rintuzzare per scontri diretti i tunisini, si fa raggiungere dal Ciad al 90′ sul 2-2 e saluta il sogno.  E si coccola anche il capocannoniere del torneo, Jomaa, con sei reti in otto gare, anche se come media ha fatto meglio Traorè del Burkina Faso con una media di un gol a partita (4 reti in 4 gare).

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: